ECCO PERCHÈ I NUTRIZIONISTI SI SBAGLIANO E NON SANNO FARTI AVERE I RISULTATI ESTETICI E SALUTISTICI CHE CERCHI

Allenamento

Partiamo dalla base.

Se vuoi perdere peso e avere risultati in termini di estetica e di salute, tutto quello di cui hai bisogno è una dieta ipocalorica capace di creare deficit calorico, e un protocollo di allenamento contro resistenza finalizzato a farti perdere massa grassa e costruire massa muscolare.

Questi sono i due principi fondamentali che stanno alla base del dimagrimento di qualità.

  • Dieta ipocalorica
  • Allenamento con i pesi

E dal momento che qualsiasi persona che lavora nel ramo del Fitness e della Salute deve essere in grado di usare PubMed, dato che è su PubMed che vengono pubblicate le ricerche e le metanalisi in relazione al rapporto esistente tra salute, dieta e allenamento.

Alla luce di questo, la frase: “Il mio nutrizionista ha detto che mangiare troppe proteine fa male ai reni e alle ossa”, ha la stessa validità scientifica di chi dice che la Terra è piatta.

NON HA NESSUNA VALIDITÀ SCIENTIFICA!

Secondo uno studio pubblicato nel 2017 dalla National Osteoporosis Foundation, un aumento del quantitativo proteico nella dieta non solo NON crea danni alle ossa, ma favorisce l’aumento dell’assorbimento del calcio intestinale che si traduce in un miglioramento della densità ossea.

Una dieta iperproteica può essere dannosa per i reni solamente se si hanno già problemi renali.

Se al contrario siamo in salute, aumentare la quantità di proteine nella dieta apporta solo benefici.

Irina Iurucovici – 36 anni – Fitness Coach XWOMAN

Secondo una review condotta da Stuart M. Philips e colleghi pubblicata nel 2015, la credenza che una dieta iperproteica causi insufficienza renale non ha nessun fondamento scientifico.

Anzi, in persone sane un aumento della quantità di proteine nella dieta porta ad un aumento del tasso di filtrazione glomerulare, ossia della capacità filtrante del rene.

Se il tuo nutrizionista utilizzasse PubMed per aggiornarsi, ti direbbe che:

  • Le proteine sono fondamentali per preservare la massa muscolare e per evitare il catabolismo muscolare durante la dieta dimagrante
  • Il fabbisogno proteico AUMENTA con l’avanzare dell’età e in soggetti sottoposti ad alti livelli di stress

Ogni volta che ci sottoponiamo a una dieta ipocalorica / dimagrante, il corpo tende a cannibalizzare la massa magra al fine di ridurre il dispendio energetico.

I muscoli a riposo bruciano infatti calorie e se non sono considerati dal tuo organismo come necessari, il corpo se ne libera velocemente!

Al fine di evitare di perdere massa magra durante la fase di dimagrimento, è vitale aumentare la quota proteica nella dieta.

Il fabbisogno proteico va regolato in base a:

  • Quanto ti alleni e qual è la tua percentuale di massa magra:

 Più ti alleni e più muscoli hai, maggiore deve essere il quantitativo proteico consumato.

A conferma, uno studio condotto da Amy J. Hector e colleghi, pubblicato nel 2018, afferma che per gli individui che si allenano regolarmente con i pesi, il fabbisogno proteico va da 1.6 a 2.4 grammi di proteine per chilogrammo di peso corporeo, al giorno, fino a raggiungere anche i 3 grammi di proteine per chilogrammo di peso corporeo al giorno, durante i periodi di forte restrizione calorica.

  • La tua età:

Più anni hai, maggiore è il tuo fabbisogno proteico giornaliero, indipendentemente dal tuo allenamento e dal tuo stile di vita.

Quando i nutrizionisti danno alle proprie clienti diete ipocaloriche ma IPOPROTEICHE per perdere peso, non ottengono nessun altro effetto se non quello di cannibalizzare la massa muscolare insieme alla massa grassa.

NOTA BENE: spesso lo fanno DI PROPOSITO.

Come mai?

Perché se insieme alla massa grassa bruci anche massa muscolare, che per il tuo corpo è molto più facile da perdere rispetto al grasso, i nutrizionisti possono dirti: “Ha visto signora? Con la mia dieta ha perso PESO!”

Una scelta professionale scandalosa dettata dal fatto che il loro interesse NON è darti un fisico più in salute, più bello e più forte, ma semplicemente far SCENDERE IL NUMERO sulla bilancia.

Per la stessa ragione, la maggior parte dei nutrizionisti sconsiglia alle proprie clienti di allenarsi con i pesi, con la scusa che “prima bisogna perdere peso e poi costruire muscolatura”.

Ignorando il fatto che il tuo obiettivo non deve essere solamente quello di perdere peso ma al contrario, deve essere quello di PERDERE ESCLUSIVAMENTE MASSA GRASSA!

Katerina Kralova – 34 anni – Studentessa dell’Accademia di XWOMAN

E al fine di perdere massa grassa l’allenamento con i pesi è FONDAMENTALE per prevenire il catabolismo muscolare e per migliorare la salute e l’estetica!

 Se vuoi perdere peso e ritrovarti come un palloncino svuotato e affamato, allora segui i consigli della maggior parte dei nutrizionisti, che ti porteranno a fare la fame e praticare tanto allenamento cardio come la corsa.

Questa è la strada per un risultato disastroso!

Per perdere MASSA GRASSA e quindi dimagrire in modo qualitativo, l’allenamento con i pesi è fondamentale.

È comune, tuttavia, sentire nutrizionisti affermare che “se ti alleni con i pesi non perdi peso perché i muscoli pesano più del grasso”.

Come dire che se una donna pesa 90 chili di grasso, con l’allenamento con i pesi arriverà a pesare 90 chili di muscoli. Cosa fisiologicamente impossibile.

Secondo il modello di Lyle McDonald, uno dei più esponenti ricercatori d’oltreoceano in ambito Fitness, il potenziale di crescita muscolare per le donne che si allenano con i pesi in modo QUALITATIVO, quindi con pesi pesanti e tecnica perfetta, è questo:

ANNI DI ALLENAMENTO POTENZIALE DI CESCITA MUSCOLARE ALL’ANNO
1 5 Kg
2 2.5 Kg
3 1.5 Kg
+4 0.5 Kg

 

In un anno dunque, se non ti sei mai allenata prima di oggi e inizi ad allenarti con XWOMAN, puoi mettere – nel migliore dei casi – 5 chili di massa muscolare.

Simona Bartolini – 39 anni – Fitness Coach XWOMAN

È assurdo quindi sconsigliare a qualcuno di allenarsi contro resistenza per paura che così metta peso, perché il potenziale di costruire muscolatura nell’essere umano è purtroppo limitato.

Se vuoi ottenere un fisico d’acciaio e ottenere un DIMAGRIMENTO DI QUALITÀ

– Assicurati di consumare abbastanza proteine (circa 2 grammi per chilo di peso corporeo), dato che è stato scientificamente provato che in persone sane una dieta iperproteica non arreca danni ai reni e ha numerosi effetti benefici sulla salute.

– Allenati con i pesi, in modo tale da perdere massa grassa e preservare la massa muscolare dalla cannibalizzazione, seguendo il protocollo di XWOMAN xwoman.it/prodotto/allenamentoxwoman

La massa muscolare, inoltre, contribuisce alla velocità metabolica. Ergo, più muscoli hai e più calorie bruci.

Questa è la strada per ottenere un corpo sano, forte e bello dal punto di vista estetico.

XWOMAN e dieta iperproteica (se il tuo obiettivo è quello di ridurre la massa grassa e aumentare la massa muscolare) sono la via per risultati eccezionali.

Allenati con il mio protocollo di allenamento xwoman.it/prodotto/allenamentoxwoman, e vedrai da sola che dico il vero.

Buoni allenamenti!

Ivan Orizio
Master Coach e creatore di XWOMAN: il sistema di allenamento scientifico dedicato alle donne

PS: Se ancora non ti ho convinta dell’importanza delle proteine nella dieta, puoi leggere tu stessa alcuni studi scientifici su PubMed.

O magari falli leggere al tuo nutrizionista, così da aiutarlo a imparare.

Poortmans JR, Dellalieux O. Do regular high-protein diets have potential health risks on kidney function in athletes? Int J Sports Nutr 2000;10:28-38.

Walser M. Effects of protein intake on renal function and on the development of renal disease. In: The Role of Protein and Amino Acids in Sustaining and Enhancing Performance. Committee on Military Nutrition Research, Institute of Medicine. Washington, DC: National Academies Press, 1999, pp. 137-154.

Klahr S, Levey AS, Beck GJ et al. The effects of dietary protein restriction and blood-pressure control on the progression of chronic renal failure. N Engl J Med 1994;330:877-884.

Navder KP, Lieber CS. Nutrition and alcoholism. In: Bronner, F. ed. Nutritional Aspects and Clinical Management of ChronicDisorders and Diseases. Boca Raton, FL: CRC Press, 2003, pp. 307-320.

Mendellhall C, Moritz T, Roselle GA et al. A study of oral nutrition support with oxadrolone in malnourished patients with alcoholic hepatitis: results of a Department of Veterans Affairs Cooperative Study. Hepatology 1993;17:564-576.

Suzuki K, Kato A, Iwai M. Branched-chain amino acid treatment in patients with liver cirrhosis. Hepatol Res. 2004 Dec;30S:25-29.

Ginty F. Dietary protein and bone health. Proc Nutr Soc 2003;62:867-76.

Dawson-Hughes B, Harris SS, Rasmussen H et al. Effect of dietary protein supplements on calcium excretion in healthy older men and women. J Clin Endocrinol Metab 2004;89:1169-73.

Geinoz G, Rapin CH, Rizzoli R et al. Relationship between bone mineral density and dietary intakes in the elderly. Osteoporos Int 1993;3:242-8.

Cooper C, Atkinson EJ, Hensrud DD et al. Dietary protein intake and bone mass in women. Calcif Tissue Int 1996;58:320-325.

Kerstetter JE, Svastislee C, Caseria D et al. A threshold for low-protein-diet-induced elevations in parathyroid hormone. Am J Clin Nutr 2000;72:168-173.

Hu FB, Stampfer MJ, Manson JA et al. Dietary protein and risk of ischemic heart disease in women. Am J Clin Nutr 1999;70:221-227.

Layman DK, Boileau RA, Erickson DJ, Painter JE, Shiue H, Sather C, Christou DD. A reduced ratio of dietary carbohydrate to protein improves body composition and blood lipid profiles during weight loss in adult women. J Nutr. 2003 Feb;133(2):411-7.

Mohanty P, Ghanim H, Hamouda W et al. Both lipid and protein intake stimulates increased generation of reactive oxygen species by polymorphonuclear leukocytes and mononuclear cells. Am J Clin Nutr 2002;75:767-772.

Paolisso G, Esposito R, D’Alessio MA, Barbieri M. Primary and secondary prevention of atherosclerosis: is there a role for antioxidants? Diabetes Metab. 1999 Sep;25(4):298-306.

Layman DK, Baum JI. Dietary protein impact on glycemic control during weight loss. J Nutr. 2004 Apr;134(4):968S-73S.

Layman DK. Protein Quantity and Quality at Levels above the RDA Improves Adult Weight Loss. J Am Coll Nutr. 2004 Dec;23(6 Suppl):631S-6S.

Hill AJ, Blundell JE. Composition of the action of macronutrients on the expression of appetite in lean and obese human subjects. Ann N Y Acad Sci. 1990;580:529–31

Stubbs RJ, van Wyk MC, Johnstone AM, Barbron CG. Breakfasts high in protein, fat or carbohydrate: effect on within-day appetite and energy balance. Eur J Clin Nutr 1996;50:409–17

ATTENZIONE

Le informazioni contenute nel Sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento.

Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.

Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un medicinale è necessario consultare il proprio medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

ARTICOLI CORRELATI

Menu
Open chat