La combinazione di alcuni alimenti fa veramente ingrassare?

LA COMBINAZIONE DI ALCUNI ALIMENTI FA VERAMENTE INGRASSARE?

La combinazione di alcuni alimenti fa veramente ingrassare? No.

Assolutamente no.

Molte persone pensano che la ragione per la quale non perdono peso, è che indugiano nel consumo di un alimento specifico.

“Non perdo peso perché mangio il pane”.

“Non perdo peso perché bevo il latte”.

“Non perdo peso per via dello zucchero”.

“Forse sono i carboidrati, il problema”.

Rispondo allora a questa domanda una volta per tutte: esiste un cibo che può bloccare la perdita di peso?

No. La risposta è un assoluto e totale no.

“Eh ma il glutine”.

“E il lattosio?”.

“Cosa mi dici dei dolci?”.

Moltissimi pensano che non riescono a perdere peso perché non mangiano in modo pulito, non considerando che la definizione di “cibo pulito” cambia continuamente a seconda dell’interlocutore con la quale si interagisce.

Se colui con cui parli segue una dieta paleolitica, allora per lui “cibo pulito” vorrà dire “tutto ciò che mangiavano gli uomini delle caverne” mentre “cibo sporco” vorrà dire “tutto ciò che non esisteva ai tempi degli uomini delle caverne”.

Per un vegano, il cibo pulito, è qualsiasi cosa non di origine animale.

Per un keto, il cibo pulito, è tutto ciò che è low carb.

Per un “Bro” da palestra, il cibo pulito è riso, pollo e broccoli.

Dietro a questo approccio, c’è l’idea che alcuni alimenti hanno proprietà magiche, in positivo, mentre altri hanno proprietà magiche in negativo.

Ma la verità scientifica è che:

– puoi perdere peso mangiando qualsiasi cosa tu voglia a condizione che la tua dieta sia ipocalorica e sufficientemente proteica

– lo scegliere alimenti a bassa densità calorica (come frutta e verdura) è un vantaggio dal momento che il fruttosio e le fibre contenute al loro interno hanno un potere saziante, ma questo vantaggio non influisce direttamente sulla perdita di peso (tradotto, se mangi chili e chili di frutta, ingrassi comunque e se ai chili di verdura abbini chili di altre cose, la verdura non ti evita di perdere peso)

Oltre a questo, la differenza nei risultati in termini di estetica e salute, tra tutte le diete, è davvero minima.

Ciò che conta è l’aderenza alla dieta sul lungo periodo. E per lungo periodo intendo MESI e MESI di fila.

Il che significa che se per qualche strana ragione ti trovi dannatamente bene con la dieta chetogenica, allora fai bene a stare a dieta mangiando chetogenico.

Viceversa, se per qualche strana motivazione religiosa, credi che PALEO sia meglio di ogni altra cosa, allora fai bene a mangiare paleo.

Ma come le esperienze di milioni di persone dimostrano, è possibile perdere grasso consumando qualsiasi tipo di alimento a condizione che ci sia deficit calorico e un assunzione proteica sufficientemente alta (l’assunzione proteica serve per saziare e per conservare la massa muscolare, che altrimenti viene catabolizzata dalla dieta ipocalorica).

INOLTRE

Quanto più una dieta è restrittiva tanto più porta a sgarri e ad abbuffate compulsive.

Se nel mio piano alimentare ho la possibilità di mangiare gelato tutti i giorni (200 calorie di gelato al giorno, non 18 mila), allora sono ovviamente meno portato a sgarrare rispetto a chi demonizza il gelato per colpa della propria filosofia alimentare.

Se demonizzi il gelato, è implicito che la prima volta in cui vorrai concederti un pasto libero dalla dieta, ti sentirai in diritto e in dovere di consumare 3 chili di gelato, biscotti, cioccolato e dolci di ogni tipo.

Il che ha un effetto fortemente ingrassante, dato che è paurosamente ipercalorico, ed è anche non positivo per la tua salute cardiovascolare ed epatica.

Viceversa, la moderazione e il controllo calorico ti permettono di mangiare più o meno tutto ciò che vuoi a condizione di rispettare i punti saldi di cui ho parlato nel videocorso “La Bibbia della Definizione Muscolare Femminile“.

Questo è l’indice degli argomenti del Master:

– Come funzionano tutte le diete del mondo

– Come scegliere la dieta ideale

– Come regolare la dieta ideale

– Il bilancio calorico

– Imposta la fase di definizione

– I cibi naturali

– Le proteine

– I grassi

– I carboidrati

– Il timing di assunzione dei carboidrati

– Esempio pratico 1

– Esempio pratico 2

– Quanti pasti fare al giorno?

– Quanto conta l’allenamento nel dimagrimento?

– Il metabolismo può bloccarsi?

– Mangiare di notte fa ingrassare?

– La dieta chetogenica fa dimagrire più delle altre diete?

– La vitamina D

– Gli Omega 3

– L’alcol

– Lo zucchero crea dipendenza?

– Conclusione generale

Se vuoi acquistarlo puoi farlo da qui www.xwoman.it/prodotto/la-bibbia-della-definizione-muscolare-videocorso.

Applica questi concetti, e sarai per sempre libera dalla paura di non poter mangiare alcuni alimenti, o di dover scegliere una dieta in particolare per dimagrire.

La libertà che deriva dalla consapevolezza e dalla conoscenza, non ha prezzo.

Ciao

Ivan Orizio
Fitness Coach, Autore, Nutrition Specialist

ATTENZIONE

Le informazioni contenute nel Sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento.

Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.

Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un medicinale è necessario consultare il proprio medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

ARTICOLI CORRELATI

Menu
Open chat