xwoman-numero-verde.png
Se hai bisogno di assistenza puoi chiamarci dal Lunedì al Venerdi dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30
Lunedì al Venerdi dalle 9.30 alle 18.30

Tutto quello che devi sapere sugli Omega3 in allenamento

TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE SUGLI OMEGA3 IN ALLENAMENTO

Gli Omega3 sono acidi grassi polinsaturi di origine animale e vegetale.

Sono sostanze nutritive che si ottengono dal cibo ed hanno un ruolo chiave nel mantenimento del massimo livello di salute e longevità.

Rendono le membrane cellulari più fluide e migliorano la comunicazione cellulare a livello cerebrale.

L’alimentazione primordiale costituita prevalentemente da animali selvaggi, era ricchissima di Omega3 e bilanciata nella proporzione Omega3-Omega6.

L’alimentazione moderna al contrario è fortemente sbilanciata a favore degli Omega6 e ha quindi un effetto estremamente infiammatorio e pro-tumorale.

Il corretto rapporto tra Omega3 e Omega6 deve essere di 1-1. Per ogni grammo di Omega6 presente nella nostra dieta, deve essere presente anche un grammo di Omega3.

La dieta occidentale al contrario ha un rapporto Omega3-Omega6 di 1 a 20. Il che significa che consumiamo 20 volte Omega6 rispetto agli Omega3 e questa è una delle ragioni per le quali la presenza di malattie tumorali e cerebro cardiovascolari è così diffusa.

L’effetto infiammatorio relativo allo squilibrio tra Omega3 e Omega6 va a sommarsi, inoltre, al fatto che i cibi raffinati e industriali sono già di per sé tumorali e dannosi per l’epitelio vascolare.

Questa è la ragione per la quale adottare una dieta ricca di frutta e verdura, cereali fibrosi, proteine magre, olio d’oliva e integrare gli Omega3 ad alto dosaggio, è un grandissimo toccasana per la salute umana.

I due principali Omega3 con maggiore effetto sulla salute sono EPA e DHA, e si ottengono principalmente dai pesci selvaggi.

L’ALA, un altro acido grasso Omega3, è presente invece nella frutta secca e nei semi e può essere convertito dal corpo in EPA e DHA. Questa conversione tuttavia è poco pratica per il corpo e non è sufficientemente efficace al fine di ottenere un alto dosaggio di EPA e DHA. Ecco perché anche i vegani e i vegetariani dovrebbero assumere integratori di EPA e DHA e non limitarsi a fonti alimentari ricche di ALA.

I livelli di DHA sono elevati nella retina e nel cervello.

Dal punto di vista della salute, EPA e DHA:

– riducono i trigliceridi ematici

– modulano l’infiammazione sistemica e hanno un provato effetto anti-infiammatorio in molte patologie tra cui l’artrite reumatoide

– hanno un effetto anti depressivo e migliorativo nello sviluppo cognitivo

– migliorano la funzione polmonare e l’asma

– proteggono dalla perdita di memoria, dalla demenza e dall’Alzheimer

– migliorano la combustione del grasso corporeo e hanno un effetto protettivo verso la massa muscolare

L’integrazione di Omega3 ricchi di EPA e DHA è necessaria e imperativa, dal momento che il cercare di raggiungere il dosaggio ideale di EPA e DHA attraverso gli alimenti, e quindi attraverso il consumo di pesce, ci espone ad alti livelli di mercurio, PCB e altre tossine di cui i pesci moderni sono colmi.

Alle persone con malattie cardiache e infiammatorie, nonché a chi soffre di patologie auto-immuni, è consigliato di assumere almeno due grammi di EPA e DHA al giorno.

Se quindi consumi integratori economici, verifica sempre sull’etichetta a quanto ammonta il reale quantitativo di EPA e DHA contenuto al loro interno, dal momento che molti integratori in commercio, hanno dosaggi estremamente bassi nell’ordine di 100-200 milligrammi di EPA e DHA, per grammo di olio di pesce.

Ciò significa che questi integratori di Omega3 sono dosati al 10-20% del totale, e per arrivare a due grammi di EPA e DHA è necessario consumarne almeno 10 capsule al giorno.

Ti consiglio quindi di adottare integratori ad alto dosaggio che contengono al loro interno almeno 400 mg di EPA e 300 mg di DHA, per ogni capsula di olio di pesce.

In un’ottica di salute, bellezza e longevità, l’Omeg3 è uno dei 4 integratori che reputo fondamentali.

Tra cui, Vitamina D, integrata ad almeno 2000 unità al giorno, Creatina, integrata ad almeno 3 grammi al giorno, Omega3, integrando almeno 1200 mg di EPA e 900 mg di DHA al giorno, e un buon probiotico ad alto dosaggio contenente almeno 50 miliardi di fermenti lattici vivi.

Oltre a questo, mangia come insegno vale a dire cibi naturali come frutta, verdura, proteine magre, frutta secca, olio extravergine d’oliva e carboidrati fibrosi (tuberi e cereali integrali) e allenati con il mio protocollo femminile –> www.allenamentoxwoman.it/offerta.

Ciao

Ivan Orizio
Fitness Coach, Autore e Glute Specialist

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Condividi sui Social

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin