xwoman-numero-verde.png
Se hai bisogno di assistenza puoi chiamarci dal Lunedì al Venerdi dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30
Lunedì al Venerdi dalle 9.30 alle 18.30

Wanna Marchi e le spazzole anticellulite

WANNA MARCHI E LE SPAZZOLE ANTICELLULITE

Wanna non ha mai venduto spazzole anticellulite. Vendeva però uno scioglipancia, ad uso topico, per dimagrire.

Ha guadagnato miliardi di lire con quel prodotto. Alghe dimagranti.

Inefficaci, esattamente come lo è una spazzola anticellulite, un drenante, un termogenico, o il 99% delle cose che comprate nel mondo del Fitness.

Acquistate drenanti per la ritenzione idrica, ma bevete un litro d’acqua al giorno, quando dovreste invece bere 3-4 litri di acqua al giorno e non assumere nessun drenante. Allenarvi, mangiare bene, e la ritenzione sparirebbe.

Acquistate aminoacidi con la speranza di costruire massa muscolare, quando sono totalmente inutili ed un po’ di manzo o pollo sono molto più indicati per chi si allena.

Acquistate termogenici per velocizzare il metabolismo, ma poi fate 2000 passi al giorno quando invece dovreste farne una media di 10 mila al giorno. Non vi allenate con i pesi, mangiate male, ecco perché il vostro metabolismo è da schifo.

Volete “tonificare il c*** senza ingrandire le gambe”, e vi allenate in modi totalmente privi di senso, quando dovreste imparare ad alzare pesi pesanti con tecnica perfetta, ripetere il gioco per 1-2 anni, e arrivare al vostro limite genetico muscolare con un fisico come quello delle mie Mastermind.

Si può certamente dire a Wanna che ha venduto prodotti privi di senso. Prodotti “truffa”. Si?

Ma quale truffa?

Qual è il senso di ciò che comprate?

– qual è il senso di una crema anticellulite

– qual è il senso di una spazzola che fa sparire il grasso

– qual è il senso di un elettrostimolatore e degli allenamenti che fate con la tuta spaziale del c****

– qual è il senso del pedalare in un tapis roulant riscaldato

– qual è il senso di un massaggio che scioglie il grasso?

Se Wanna Marchi è una truffatrice, allora tutte le estetiste del mondo sono truffatrici. Con i loro massaggi dimagranti, le loro creme, e i loro trattamenti cosmetici per ringiovanire.

Lo sono? Non lo sono? Decidiamo e poi applichiamo la definizione in modo simmetrico a chiunque rientri nella categoria.

E ora mi spingo oltre.

Qual è il senso dei BCAA? Qual è il senso dei termogenici? Qual è il senso dei drenanti e dei termogenici?

O di tutti quei prodotti per uomini che “alzano il testosterone”.

Ma quale testosterone dovrebbero mai alzare che gli uomini italiani sono beta del c**** che hanno paura della propria ombra? Quale testosterone? In una civiltà cattolico-comunista-femminista, quale esattamente?

Che se un uomo dice quel che pensa lo aggredite e lo costringete a sottomettersi al vostro “siamo donne quindi abbiamo ragione a priori, ti odiamo perché sei un patriarca!”. Ma succhiatemi il c****.

Qual è il senso del 90% dei prodotti che sono presenti sul mercato? Non parlo del mercato del fitness. Parlo del mercato in generale.

Qual è il senso dell’Iphone 13 rispetto al 12? E del 12 rispetto all’11?

“Wanna Marchi era priva di etica”.

Perché, un telefono con sopra una mela, costruito da cinesi pagati 10 dollari al giorno in fabbriche con reti sotto alle finestre (così quando il cinese si butta dalla finestra rimbalza sulla rete anziché schiantarsi sul pavimento), venduto a 1300 euro, è etico?

Vivere in una società dove la persona più cercata su Google è Kim Kardashian, una donna schiava della chirurgia estetica famosa per il proprio stile di vita super dispendioso, una donna molto meno femminile e molto più rifatta di moltissime trans, questo è etico?

Il libero mercato è etico?

Raccontare c****** aspirazionali ai potenziali clienti al fine di fargli comprare cose senza senso e marginare il più possibile su prodotti con manifattura in paesi del terzo mondo dove la forza lavoro costa un decimo? È etico?

Le Nike Jordan a mille euro prodotte in Pakistan da 13enni pagati 4 dollari al giorno, sono etiche? “Se le indossi anche tu vivrai il sogno di essere come Michael Jordan”. Si? Davvero? Diventerò nero?

Odiate Wanna Marchi, ma perchè? Perché come tutti si è arricchita vendendo m****, o semplicemente perché si è arricchita e siete invidiosi?

Se vogliamo parlare di etica, parliamo di chi produce auto a combustibile fossile (petrolio) quando 30 anni fa poteva investire su fonti di energia pulita, e per questo ha distrutto il pianeta e causato il riscaldamento globale, questo è stato più o meno etico di chi ha venduto spazzole anticellulite?

Immagino che tutti concordiamo sul fatto che è stato meno etico distruggere il pianeta, piuttosto che vendere cose che non servono a un c**** spacciate per soluzioni miracolose.

Ma il problema è che il mercato stesso è fatto da milioni di prodotti totalmente inutili.

Qual è la differenza tra una camicia Hugo Boss da 300 euro, rispetto ad una camicia da 30 euro?

Qual è il senso di scarpe da 2000 euro? O di auto da cento mila euro? Il sogno che “così sarai finalmente migliore”?

“Eh ma Wanna si è approfittata di persone disperate”. Perché?

Tu non sei disperata a voler assomigliare a Kim Kardashian? A voler vivere la sua lifestyle?!

Non è disperata una società che conosce a memoria i nomi dei calciatori ma non quelli dei premi Nobel?

Non è disperazione vivere sui social e promuovere uno stile di vita finto, fatto di filtri, situazioni create ad hoc per simulare ricchezza e felicità, quando nella realtà il 90% degli occidentali è un depresso del c****?

Una società che dà psicofarmaci ai bambini.

Che obbliga alla mascherina per uscire di casa? Questa non è disperazione?

Vedo molta ipocrisia e moltissime invidia in chi ha girato il documentario su Wanna.

Giornalisti investigativi del c**** vestiti da intellettuali di sinistra, con il fisico di chi in una società vichinga sarebbe morto al primo giorno, che dicono a bassa voce “Wanna ha guadagnato miliardi di lire”, come se questa sia una cosa strana o sbagliata.

Non è questo lo scopo della vita capitalista nella quale tutti crediamo? Guadagnare milioni vendendo cose che le persone vogliono, per poi comprare cose da mostrare sui social a quelle stesse persone, per dire loro “guardami, invidiami”?

È colpa di Wanna Marchi se il mondo vuole soluzioni veloci e senza sforzo, pillole magiche? Ne dubito fortemente.

Lei come tantissimi altri ha guadagnato prendendo in giro la gente, sussurrando ai propri clienti “se usi questo prodotto sarai migliore e vivrai una vita più felice”.

Ma se questo non è etico, ricordati allora questa frase la prossima volta che starai acquistando un telefono da mille euro, o una camicia firmata, o qualsiasi c**** di cosa che non cambierà la tua felicità, la tua salute e la tua autostima di un millimetro, ma che per un millisecondo ti convincerà di poter migliorare la tua vita e di farti essere migliore degli altri.

Riflettici. Se riesci ad andare oltre all’ipocrisia e all’invidia.

Oppure odia Wanna, falla diventare un capro espiatorio, e poi vai avanti a comprare creme anticellulite vendute dalla tua farmacista.

Se vuoi entrare a far parte di un programma finalizzato a portarti al massimo della tua genetica muscolare, al massimo della tua salute e al massimo della tua autostima, clicca qui –> www.xwoman.it/metodomastermind

See you.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

I nostri
articoli correlati

Precedente
Successivo

Condividi sui Social