fbpx

QUANTI CAFFÈ PUOI BERE AL GIORNO?

Alimentazione

Quanti caffè puoi bere al giorno?

A opinion mia: NESSUNO! Ma vediamo il perché.

So già a cosa stai pensando! “Ehi Ivan, non ti metterai a dire che il caffè non va bene! Senza caffè non riesco a svegliarmi e non rendo durante la giornata!”.

Nella cultura italica infatti il caffè è un compagno di vita a cui poche persone sentono di poter rinunciare. Cerchiamo di capire quindi come stanno le cose.

Senza andare a fondo nella biochimica della faccenda, cos’è il caffè? In breve, è una sostanza PSICOATTIVA con marcato effetto ADRENERGICO, finalizzata ad aumentare la soglia dell’attenzione e la produzione di adrenalina.

È un alcaloide con effetto NEUROSTIMOLANTE, che aumenta la soglia dell’attenzione e la secrezione di adrenalina, velocizzando – in acuto – la velocità metabolica, aumentando il battito cardiaco e amplificando lo stato di veglia.

Il caffè:

– Aumenta lo stato di allerta

– Aumenta la frequenza cardiaca

– Aumenta la produzione di adrenalina

– Aumenta la velocità metabolica (ma solo in acuto)

E in definitiva si comporta da sostanza SIMPATICOMIMETICA, vale a dire che è in grado di mimare l’attivazione del sistema nervoso simpatico, aumentando lo stato di veglia e la capacità del corpo di entrare in FIGHT OR FLIGHT MODE (modalità combatti o fuggi, la modalità deputata alla sopravvivenza).

Qual è il problema?

In primis, che la modalità fight or flight mode è governata non soltanto dall’adrenalina ma anche dal cortisolo.

E il cortisolo è un ormone che, se alto cronicamente:

– RALLENTA la velocità metabolica

– AUMENTA la ritenzione idrica

– AUMENTA la conversione dei cibi che mangiamo in GRASSO

– TRASFORMA la massa muscolare in grasso corporeo

– RIDUCE la capacità del corpo di costruire massa muscolare

– ALZA LA PRESSIONE SANGUIGNA

E in definitiva aumenta il rischio di incorrere in numerose patologie tra cui diabete, infarto e ictus.

La prima causa di morte al mondo – nota bene – è dettata dalle patologie cardiovascolari: INFARTO e ICTUS.

Patologie causate dall’ipertensione, dal colesterolo cattivo, dall’alta frequenza cardiaca e dallo STRESS.

Sia l’adrenalina che il cortisolo giocano un ruolo importante nella genesi dello stress, dal momento che sono loro i due ormoni che attivano quello che potremmo definire lo STRESS MODE.

ADRENALINA e CORTISOLO sono attivatori fisici e mentali e Madre Natura ce li ha offerti al fine di sopravvivere a FORTI STRESS FISICI DI BREVE DURATA, come potrebbe essere lo scappare da una tigre dai denti a sciabola o il combattere in guerra, e non invece per resistere a MODERATI STRESS MENTALI DI LUNGA DURATA.

– Adrenalina e Cortisolo sono perfetti in guerra e durante una battuta di caccia

– Sono pessimi invece per sopportare lo stress causato dalle bollette, dal tuo capo al lavoro, dai tuoi figli che prendono brutti voti, da tuo marito che ti fa arrabbiare, etc. etc.

Ha senso quindi bere numerosi caffè al giorno pur sapendo che la caffeina è una sostanza neurostimolante e simpaticomimetica, attivatrice di ADRENALINA e CORTISOLO? La risposta è semplice: NO!

Il solo momento della giornata in cui ha senso assumere un caffè (o un integratore contenente caffeina) è PRIMA DEL WORKOUT, vale a dire quando vogliamo preparare il corpo a reggere un BREVE MA INTENSO STRESS FISICO.

L’adrenalina e il cortisolo sono fondamentali – durante il workout – per mobilizzare il grasso corporeo e per permettere al corpo di bruciare grasso e zuccheri ai fini energetici.

Ma al di fuori del contesto preallenamento, DEVI EVITARE di bere caffè perché questo crea un rialzo del cortisolo con il conseguente effetto di:

– Rallentare il tuo metabolismo

– Alzare la tua pressione sanguigna

– Alzare la tua frequenza cardiaca a riposo

– Aumentare i tuoi livelli di stress

– Aumentare la tua ritenzione idrica

– Diminuire la tua qualità del sonno

– Peggiorare il modo in cui il tuo corpo usa i macronutrienti che mangi (trasformando più facilmente il cibo che mangi, in grasso)

E tante altre cose brutte.

Uno studio clinico pubblicato nel 2009 nella rivista Psychiatry Research ha analizzato il rapporto tra attacchi di ansia e di panico e il consumo di caffeina. Dopo la somministrazione ai pazienti dello studio di 480 mg di caffeina, il 60,7% dei pazienti affetti da disturbo da panico, il 16% dei pazienti affetti da disturbi da ansia e il 52,6% dei pazienti affetti da ansia da prestazione hanno mostrato attacchi di panico. Nel gruppo di controllo, invece, nessuno dei pazienti ha mostrato attacchi di ansia o di panico.

In che modo puoi SMETTERE DI BERE CAFFÈ?

Cerchiamo innanzitutto di capire se devi realmente smettere del tutto. Scoprirlo è abbastanza semplice.

– Misurati il battito cardiaco a riposo al mattino, quando sei a letto e sdraiata (e sveglia da 5 minuti, ma in totale relax)

– Se è inferiore a 60, puoi continuare a bere caffè nel dosaggio in cui lo consumi oggi (quindi immagino circa 4 o 5 caffè al giorno come la maggior parte delle donne italiane)

Se invece il tuo battito cardiaco a riposo è superiore a 60, ti sconsiglio di smettere di bere caffè.

Smettere – GRADUALMENTE – eliminando un caffè al giorno – a settimana.

Tradotto:

– Se oggi bevi 4 caffè al giorno

– Da domani inizia a berne 3 al giorno

– Poi tra una settimana, passa a 2 al giorno

– Poi dopo ancora una settimana, passa a uno al giorno

Continua a controllare l’andamento del tuo battito cardiaco a riposo (al mattino, da sdraiata, da appena sveglia o da sveglia da poco ma a letto e in totale relax).

Se diminuendo l’assunzione di caffeina e passando ad esempio da 4 a 2 caffè al giorno, il tuo battito è sceso sotto i 60, perfetto. Puoi continuare a bere 2 caffè al giorno.

Se invece il battito non è ancora sceso sotto ai 60, devi eliminare il caffè del tutto – scalando la dose – gradualmente. Di settimana in settimana.

Così facendo ridurrai drasticamente la tua produzione di cortisolo e inoltre:

– Migliorerai la tua qualità del sonno

– Abituerai il tuo corpo a usare i macronutrienti per costruire massa muscolare (se ti alleni con XWOMAN xwoman.it/iscrizione-membership)

– Sarai più attiva mentalmente (te ne accorgerai sulla tua pelle)

– E in definitiva, migliorerai sia la tua salute che la tua aspettativa di vita

Se hai domande in merito alla caffeina, entra nel gruppo Facebook di XWOMAN da qui www.facebook.com/groups/XWOMAN.

Ti aspetto!

Ciao

Ivan Orizio

Fitness Coach, Autore e Creatore di XWOMAN

ATTENZIONE

Le informazioni contenute nel Sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento.

Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.

Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un medicinale è necessario consultare il proprio medico.

2 Commenti. Nuovo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

ARTICOLI CORRELATI

Menu