Gli HIIT sono meglio del cardio?

Gli HIIT sono meglio del cardio?

La risposta breve è NO, sono peggio. E considerando che svolgere sessioni di cardio endurance è sempre una pessima idea, per fare peggio ce ne vuole.

La risposta lunga è:

Allenando migliaia di clienti mi sono accorto che quelle a cui facevo fare HIIT (Pesi + HIIT), progredivano meno rispetto a quelle a cui facevo fare esclusivamente pesi.

Le mie clienti del gruppo HIIT:

– Soffrivano di più dolori articolari

– Erano sempre fiacche e incapaci di esprimere alti livelli di forza durante i workout

– Non recuperavano mai da un allenamento all’altro

– Non avevano la consistenza e la tonicità muscolare che chi si allena tanto dovrebbe avere

Per questa ragione ho iniziato a maturare l’idea che gli HIIT fossero dannosi. Nonostante all’epoca il mondo del Fitness li vedesse come la panacea e cura di ogni male.

– “Vuoi alzare il metabolismo?” Fai HIIT

– “Vuoi perdere peso velocemente?” Fai HIIT

– “Vuoi mangiare il doppio di quanto mangi senza ingrassare?” Fai HIIT

– “Vuoi costruire massa muscolare mentre perdi grasso?” Fai HIIT

Nella mia esperienza diretta con le mie migliaia di clienti, tuttavia, non soltanto non verificavo queste affermazioni ma addirittura riscontravo l’opposto.

A distanza di qualche anno dalle mie deduzioni “sul campo”, il mondo scientifico è finalmente arrivato alla verità in merito agli HIIT.

E ovviamente mi ha dato ragione.

Una metanalisi di Steele e colleghi ritiene gli HIIT ugualmente INEFFICACI quanto il cardio.

“I risultati forniscono prove convincenti in merito al fatto che l’intensità dello sforzo e del volume durante l’esercizio di resistenza [vale a dire l’allenamento a intervalli HIIT rispetto all’allenamento continuo CARDIO] ha un’influenza MINIMA sui cambiamenti longitudinali in massa grassa e massa magra”.

HIIT non ti fa sembrare un velocista perché se fai HIIT non ti stai allenando come un velocista.

I velocisti si allenano con sprint molto brevi, spesso inferiori a 10 secondi, seguiti da intervalli di riposo molto lunghi, spesso di 5 minuti o più.

I workout Tabata HIIT con sprint di 20 secondi e intervalli di riposo di 10 secondi, sono anni luce di distanza da come si allena un velocista.

Inoltre, i velocisti ottengono il loro fisico principalmente da tutto l’allenamento per l’ipertrofia e per la forza che fanno (e dalla genetica e dai farmaci), e non dal puro allenamento sprint.

Poiché HIIT e LISS sono fisiologicamente molto simili, provocano interferenze simili con l’allenamento della forza.

Infatti, la ricerca di Fyfe e colleghi, ha mostrato una tendenza per l’HIIT a ridurre lo sviluppo della forza e nella crescita muscolare, ancora maggiore all’allenamento cardio.

Ciò significa che fare HIIT è ancora peggio del cardio per quanto riguarda lo sviluppo della massa muscolare e della forza.

Con il LISS infatti (con LISS si intende il cardio a bassa intensità come una camminata) puoi mantenere l’intensità abbastanza bassa da non causare alcuna interferenza con la massa muscolare.

Con gli HIIT al contrario è totalmente impossibile mantenere l’intensità bassa, dato che lo scopo dell’HIIT è proprio l’alta intensità ad intervalli.

In sostanza, evita di fare HIIT e di fare attività cardio a media intensità (corsa, spinning e corsi di gruppo).

Allenati con il Protocollo di XWOMAN. Così facendo, otterrai la miglior condizione estetica e di salute di tutta la tua vita.

Iscriviti da qui http://www.allenamentoxwoman.it/offerta

Ti aspetto.

Ciao

Ivan Orizio
Fitness Coach, Autore e Creatore di XWOMAN

ATTENZIONE

Le informazioni contenute nel Sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento.

Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.

Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un medicinale è necessario consultare il proprio medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

ARTICOLI CORRELATI

Menu
Open chat